Belcastro

Alla sinistra del fiume Nàsari, tra fitti castegneti, sorge Belcastro, un tempo parte del feudo dei D'Aquino. Di questa antica e nobile famiglia l'esponente più illustre sarebbe per alcuni quel Tommaso, santo e filosofo che proclamò la netta distinzione tra filosofia e fede. Il paese è dominato dal castello D'Aquino, con parti dei secoli XIII-XV (poderoso mastio quadrato, muraglie perimetrali munite di torrette e baluardi) e aggiunte seicentesche dovute alla sua trasformazione in residenza per i feudatari del luogo. Il cortile del castello è una sorta di belvedere da cui si domina il golfo di Squillace, da Le Castella a Soverato. Risale al XV secolo la Chiesa Madre, dedicata a San Michele Arcangelo, ma i rifacimenti successivi hanno modificato l'aspetto originario; rimangono il possente campanile a pianta quadrangolare e, nella facciata a timpano, tre portali in tufo decorati con putti e piccole maschere, opera di artistyi calabresi di fine Cinqucento.

WLJ CAR.png
  • Facebook Icona sociale
  • Instagram

Offri un servizio turistico sulla costa ionica? Allora collaboriamo!

scrivimi a mario@welovejonio.com