Bianco

Con le sue bellezze naturalistiche pronte a far da timone per chi abbia voglia di scoprire una natura selvaggia e incontaminata. Facciamo riferimento a quella zona del territorio che cade nel mare e che, a livello locale, viene definita "la scogliera" per semplicità, ma geograficamente è identificata come "Capo Bruzzano". Dall'acqua affiorano degli scogli e lo spettacolo del promontorio verdeggiante che si trasforma in spiaggia e in mare non ha uguali. Proprio gli scogli la rendono ancora più suggestiva soprattutto nella parte in cui creano delle piscine naturali in cui entra il mare di un blu intenso, l'acqua pulitissima e trasparente. L'atmosfera creata dal paesaggio si può contemplare sia dal promontorio, sia dalla spiaggia offrendo una doppia prospettiva su una medesima visuale e uno spettacolo davvero unico. 

Facilmente raggiungibile dalla statale 106, questa zona è caratterizzata dalla spiaggia libera e in agosto è preferibile arrivare di buon mattino, soprattutto per trovare parcheggio con facilità. Nella zona marina del paese si trova la Chiesa dedicata alla Madonna di Pugliano, frequentatissima soprattutto nel periodo di ferragosto. L'edificio è stato edificato dove originariamente vi era un monastero basiliano, risalente probabilmente al 1200. La modifica strutturale, con la trasformazione in chiesa, è avvenuta tra il 1500 e il 1600. Così come rende noto il Comune offrendo una descrizione della struttura religiosa: il Santuario ha un'unica entrata. La porta d'ingresso, sormontata da uno stemma, è affiancata da due colonne incassate che si sviluppano per tutta l'altezza dell'edificio. Sopra una finestra ad arco. L'interno, a una sola navata, è in stucco lavorato. In fondo l'abside. Sull'altare c'è una pergamena con la scritta "Ave Maria" (circondata da 4 colonne verdi) e un piccolo tabernacolo. Ai lati della navata si aprono delle nicchie con statue di santi. 

bandiere verdi 2019.png
WLJ CAR.png
  • Facebook Icona sociale
  • Instagram

Offri un servizio turistico sulla costa ionica? Allora collaboriamo!

scrivimi a mario@welovejonio.com