Capo Vaticano

Sono soprattutto gli arenili e le belle insenature a dare fama a questo promontorio sulle ultime propaggini del Monte Poro, uno dei più suggestivi tratti della costa tirrenica, costellata di villaggi turistici, alberghi e campeggi. Un mare bellissimo bagna le calette e le spiagge di Santa Domenica, Baia di Riaci, Formiìcoli, caratterizzata da scogli che affiorano a poche centinaia di metri dalla spiaggia, Torre Marino, Torre Ruffa, Praia i Focu, Grotticelle e Santa Maria. Alte scogliere di granito e superbi faraglioni interrompono la costa all'altezza del capo - il Taurianum Promontorium degli antichi - uno dei più alti e accentuati rilievi delle coste italiane.

Si dice che il suo attuale nome, inteso forse come "luogo di vaticinio", voglia ricordare che proprio qui c'era un oracolo, celebre in tutta la Magna Grecia per i suoi responsi. Le lingue turchesi del mare penetrano tra le rocce scabre, puntellate qua e là di arbusti e fiori selvatici; alcune insenature sono raggiunte da sentieri poco agevoli, ma lo scenario può essere apprezzato pienamente solo dalla barca. Sul promontorio si erge dal 1870 un faro che domina il mare e la costa frastagliata: da qui si possono ammirare le calette racchiuse tra le alte pareti di roccia (alcune raggiungibili solo via mare) e, nelle giornate prive di foschia, le Isole Eolie. In questo paesaggio di mare, luce e natura selvaggia si rifugiò lo scrittore veneto Giuseppe Berto per curare il suo "male oscuro". Magnifiche viste sul mare si colgono anche da Ricadi, noto per la produzione delle dolci e saporite cipolle rosse.

bandiere verdi 2019.png
WLJ CAR.png
  • Facebook Icona sociale
  • Instagram

Offri un servizio turistico sulla costa ionica? Allora collaboriamo!

scrivimi a mario@welovejonio.com