Nocera Terinese

Disposto a gradinata sul fianco di un colle e circondato dal verde, è un centro agricolo noto per la produzione di olio e vini Doc. Tracce di una conta muraria di età ellenistica e di un acquedotto romano sono ritenuti i resti di un'antica città (Noukria) fondata dai superstiti di Terina, colonia greca distrutta da Annibale nel 203 a.C. Dominano l'abitato le rovine del convento dei Cappuccini, costruito nel 1581 sui restid di un castello normanno. Tra gli edifici religiosi si visitano la barocca chiesa di S. Giovanni Battista, con portale in pietra e all'interno stucchi e affreschi di scuola calabrese del XVIII secolo, la chiesa dell'Annunziata, che custodisce la venerata statua lignea della Pietà, opera settecentesca di scuola napoletana portata in solenne processione per le vie del paese il Venerdì Santo, e la chiesa di S. Maria, di antica origine, con un portale in pietra scolpita frutto della ristrutturazione settecentesca. Particolarmente complessi e suggestivi sono i riti della settimana santa che culminano il sabato santo con la processione dell'Addolorata, che si snoda per il paese accaompagnata da lnte marce funebri e nenie in dialetto locale. Nel momento più solenne e suggestivo la processione di fedeli con la seicentesca statua della Pietà incontra le figure dei vattienti, che in segno di penitenza si flagellano polpacci e cosce. E' un rito antico che affonda le proprie origini nell'identità culturale e religiosa di una terra le cui manifestazioni popolari hanno sempre avuto caratteri originari propri.

WLJ CAR.png
  • Facebook Icona sociale
  • Instagram

Offri un servizio turistico sulla costa ionica? Allora collaboriamo!

scrivimi a mario@welovejonio.com