Strongoli

E' l'erede di Petelia, città greca di origine oscura, divenuta poi munita roccaforte dei bruzi, e il cui nome deriva forse dal greco strongoylos ("rotondo"), riferito alla forma dell'acrocoro su cui sorge. Fedele a Roma anche dopo la battaglia di Canne, sostenne nel 208 a.C. un memorabile assedio da parte dei cartaginesi, ricompensato da Roma col diritto di batter moneta e il titolo di municipium (nel centro storico sono ancora visibili colonne e are in marmo di età romana). Decadde in seguito, e al tempo di Giustiniano la città non esisteva più, sostituita da castello bizantino di Strongylos. Dell'antico abitato restano visibili alcuni tratti di mura in blocchi squadrati di arenaria, che delimitano la spianata naturale sulla bassa valle del Neto. Nella parte più antica del paese sorgono il Duomo, costruito nel XVI secolo, e la vicina chiesa di S. Maria delle Grazie, che reca in facciata una statua in marmo della Madonna. In alto svetta il castello, con nucleo quadrilatero, probabilmente normanno, aggiunte del XIII secolo e numerosi rifacimenti nei secoli successivi per la sua trasformazione in residenza nobiliare. Ampio il panorama sulla valle del fiume Neto, i monti della Sila e il mare.

WLJ CAR.png
  • Facebook Icona sociale
  • Instagram

Offri un servizio turistico sulla costa ionica? Allora collaboriamo!

scrivimi a mario@welovejonio.com