Terranova Sappo Minùlio

Circondato da uliveti, il piccolo paese sorge su un terrazzo che guarda la piana di Rosarno. Il terremoto del 1783 lo colpì con furia inaudita, tanto che le rovine dell'abitato, fondato in epoca normanna, sbarrarono il corso del torrente Marro formando due laghi. Nella settecentesca Chiesa Matrice, dedicata a Maria Santissima Assunta, sono racchiusi statue e frammenti scultorei dei secoli XIV-XV provenienti dall'abitato distrutto: tra questi, una statua in marmo raffigurante la Madonna della Neve e un'altra con S. Caterina di Alessandria, da alcuni studiosi attribuite a Benedetto da Maiano, da altri ad Antonello Gagini. Nel santuario del SS. Crocifisso è custodito un Crocifisso nero (XVI secolo), oggetto di particolare devozione.

WLJ CAR.png
  • Facebook Icona sociale
  • Instagram

Offri un servizio turistico sulla costa ionica? Allora collaboriamo!

scrivimi a mario@welovejonio.com